Irritazioni della bocca e lesioni orali

Le irritazioni della bocca e le lesioni orali consistono in gonfiori, punti o vesciche che si formano nella bocca, sulle labbra, o sulla lingua. Sebbene ci siano tanti tipi di vesciche della bocca e di disturbi, le più comuni sono le ulcere aftose, le vesciche fredde, la febbre da herpes, la leucoplachia e la candidiasi (afta orale). Se avete una vescica della bocca, non siete i soli, un terzo della popolazione é affetta dallo stesso problema almeno una volta nella vita. Le vesciche della bocca, le irritazioni e le lesioni possono essere dolorose, non visibili e possono interferire con le normali attività della stessa quali il parlare e mangiare. Qualsiasi vescica che dura per più di una settimana deve essere esaminata dal dentista. Una biopsia (analisi di un campione di tessuto) è consigliata per determinare la causa del problema e verificare la presenza di malattie più serie quali il cancro e l' HIV.

Come identificare un’afta o una lesione orale
I seguenti sintomi possono indicare la presenza di vesciche o altre lesioni orali:

  • Ulcere aftose: sono piccoli rigonfiamenti bianchi o vesciche, circondate da una zona arrossata. Le ulcere aftose non sono contagiose, e non sono da confondere con la febbre da herpes, causata invece dal virus contagioso dell' herpes. Può essere utile ricordarsi che le ulcere aftose si formano all'interno della bocca, mentre l'herpes solitamente si sviluppa al suo esterno. Le ulcere aftose possono formarsi più volte e possono essere piccole, grandi o erpetiformi (multiple o in gruppi). Le ulcere aftose sono comuni e spesso ritornano una volta curate. Nonostante non se ne conosca la causa esatta, alcuni esperti sostengono siano da attribuirsi a problemi del sistema immunitario, a batteri o a virus. Alcuni fattori quali lo stress, le allergie, il fumo, la carenza di ferro o altre vitamine e l'ereditarietà, possono contribuire alla loro formazione.

  • Febbre da herpes anche chiamata herpes simplex: sono gruppi di pustole contenenti liquido, spesso dolorose e localizzate intorno alle labbra o più raramente sotto il naso o intorno al mento. La febbre da herpes solitamente é molto contagiosa. La prima infezione solitamente si manifesta nei bambini, alcune volte senza sintomi e può essere confusa con un raffreddore o influenza. Una volta che il soggetto é stato infettato, il virus rimane nel corpo e occasionalmente ricompare. Tuttavia in alcune persone il virus rimane inattivo.

  • Leucoplachia: si presenta come una spessa macchia di colore biancastro nella parte interna della guancia, sulle gengive o sulla lingua. È spesso associata al fumo o all'uso di tabacco da masticare, nonostante possa essere causata anche da altri fattori, quali dentiere non fissate bene, denti rotti e dal masticarsi la guancia. Si ritiene che il 5% dei casi di leucoplachia possa progredire in cancro, é consigliato quindi richiedere al proprio dentista l'eventuale necessita di una biopsia. Spesso la Leucoplachia si manifesta quando si smette di fumare o fare uso di tabacco.

  • Candidiasi: Afta Orale- è un'infezione da fungo causata dalla Candida Albicans (un lievito). Si riconosce dalle macchie cremose, rosse o bianco-gialle, che appaiono sulla superficie interna della bocca. I tessuti sotto la macchia possono dare dolore. L'afta è molto comune tra chi fa uso di dentiere, tra i neonati, tra chi ha una carenza di difese immunitarie o é debilitato da una malattia. Anche chi soffre di Xerostomia o secchezza delle fauci, o chi sta seguendo, o ha appena terminato una cura a base di antibiotici, é a rischio di infezione.

Come curare le irritazioni della bocca e le lesioni orali
La cura cambia a seconda del tipo di infezione. I tipi più comuni di disturbi e afte, come quelli sopra descritti, vengono curati nel seguente modo:

  • Ulcere aftose — le ulcere aftose solitamente cicatrizzano dopo 7 o 10 giorni, sebbene spesso appaiano nuovamente. Contro il dolore potete assumere farmaci esenti da prescrizione medica o comuni antidolorifici. Sciacquare la bocca con collutori anti-microbici può ridurre l'irritazione. E' possibile che il medico o il dentista vi prescrivano una cura antibiotica per ridurre il rischio di una seconda infezione. 

  • Febbre da Herpes — La macchia solitamente cicatrizza in una settimana. Non c’è una cura contro le infezioni da herpes e le macchie possono ricomparire durante periodi di stress emotivo, a seguito di una prolungata esposizione alla luce del sole, o a seguito di allergie o febbri. Contro il dolore potete assumere farmaci esenti da prescrizione medica o comuni antidolorifici. La prescrizione di medicinali antivirali riduce il rischio di infezioni virali, consultate il vostro dentista o il vostro medico. 

  • Leucoplachia — la cura comincia eliminando i fattori che ne sono la causa, come il fumo o le dentiere mal fissate. Il dentista controllerà le lesioni ad intervalli di 3 o 6 mesi, a seconda del loro tipo e dimensione.



  • Candidiasi — la cura consiste nell'identificare le cause che la provocano.

    1. La pulizia della dentiera è molto importante per prevenire problemi indotti dalla dentiera stessa. E' consigliato rimuovere la dentiera durante la notte.

    2. Se la causa della candidiasi è da attribuirsi ad antibiotici o contraccettivi orali si consiglia di ridurne la dose o di cambiare terapia.

    3. I sostitutivi della saliva sono utili per aiutare chi soffre di Xerostomia secchezza delle fauci. Antifunghicidi possono essere usati quando la causa scatenante é incurabile o non può essere eliminata.

    4. Una buona igiene orale è essenziale.

Fever Blister
Ulcera aftosa