Cos'e la secchezza delle fauci?

Soffrire di secchezza delle fauci significa non avere abbastanza saliva per mantenere la bocca umida. Tutti possiamo soffrirne, soprattutto se siamo nervosi, arrabbiati o sotto stress ma, se i sintomi persistono, possono diventare fastidiosi e indicare la presenza di qualche grave disturbo. La saliva, infatti, non solo conserva la bocca umida, ma aiuta nella digestione del cibo, protegge i denti dal deterioramento, previene le infezioni controllando i batteri presenti nella bocca e rende possibile la masticazione e la deglutizione.

Ci sono varie cause del non corretto funzionamento delle ghiandole produttrici di saliva, (dette ghiandole salivari):

  • Effetti collaterali di alcune medicine — Oltre 400 medicine possono causare la secchezza delle fauci, tra cui gli antistaminici, decongestionanti, antidolorifici, diuretici e medicine per la pressione alta e per la depressione.

  • Malattie — Alcune malattie, come il diabete, Hodgkin, Parkinson , HIV/AIDS e la sindrome di Sjogren colpiscono le ghiandole salivari causando la secchezza delle fauci.

  • Terapie con radiazioni — Le ghiandole salivari possono essere danneggiate se la testa o il collo sono esposti a radiazioni durante il trattamento per il cancro. La perdita di saliva può essere totale o parziale, permanente o temporanea.

  • Chemioterapia — I medicinali usati per la cura dei tumori possono rendere la saliva più consistente o vischiosa, dando la sensazione di avere la bocca secca.

  • Menopausa — Il cambiamento del livello di ormoni influisce sulle ghiandole salivari, spesso lasciando le donne in menopausa con la costante sensazione di secchezza delle fauci.

  • Fumo —Molti fumatori di pipa, sigaro e sigarette soffrono di secchezza delle fauci.

Come so se soffro di secchezza delle fauci?
A ognuno di noi capita di sentirsi la bocca secca. Quando questa sensazione persiste potrebbero esserci problemi di salivazione. I sintomi della secchezza delle fauci comprendono:

  • Sensazione di secchezza e vischiosità in bocca

  • Problemi con la deglutizione

  • Sensazione di bruciore sulla lingua

  • Sensazione di secchezza in gola

  • Labbra screpolate

  • Riduzione delle capacità degustative e gusto metallico in bocca

  • Afte

  • Alitosi frequente

  • Difficolta nel parlare e nel masticare

Come si cura la secchezza delle fauci?
Il solo modo di curarla è eliminarne la causa. Se la secchezza delle fauci è la conseguenza dell'assunzione di determinati medicinali, il dottore deve variarne il dosaggio o sostituirli con altri. Se le ghiandole salivari non producono sufficiente saliva, il medico può prescrivere delle medicine che stimolino la salivazione.

Se la causa della secchezza delle fauci non può essere eliminata, si può ristabilire il livello di umidita della bocca in vari modi. Il dentista può prescrivere delle sostanze che sostituiscono la saliva; anche l'uso di collutori appositamente formulati per la bocca secca, può dare sollievo. Inoltre si può:

  • Sorseggiare spesso acqua o altre bevande prive di zucchero

  • Evitare le bevande contenenti caffeina (come caffe, te e alcune bevande gassate)

  • Consumare gomme da masticare o caramelle senza zucchero per stimolare la produzione di saliva (se le ghiandole salivari funzionano)

  • Non consumare tabacco o alcool che asciugano la bocca.

  • Usare un umidificatore durante la notte

Considerate inoltre che cibi salati o speziati possono provocare dolore a chi soffre di secchezza delle fauci.